In occasione della residenza d’artista MontesantoArte, progetto promosso dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, nell’ambito del bando Sillumina (edizione 2016) indetto dalla SIAE, in collaborazione con Quartiere Intelligente, l’architetto-artista Mariangela Bruno ha voluto coinvolgere nelle fasi di realizzazione del progetto 4 studenti della Facoltà di Architettura e 4 studenti dell’Accademia di Belle Arti.

Gli studenti della Facoltà di Architeturra coinvolti avranno diritto a 3 CFU, mentre gli studenti dell’Accademia di Belle Arti avranno diritto a 1 CFU.

È possibile presentare candidatura compilando e inviano il seguente modulo entro il 4 febbraio 2018

https://docs.google.com/forms/d/1jKkTcI0JvpZPVqOxFI9MS1GbsoY534UBWnVZqKAeQrA/edit

Il progetto nasce dall’osservazione del sistema delle relazioni esistenti su diverse scale nel quartiere Montesanto ed è composto da due facce:  L’INSTALLAZIONE ;  IL PROCESSO

 

 L’INSTALLAZIONE 

Il progetto prevede la realizzazione di una “insegna luminosa” da installare sul fianco dell’edificio del Quartiere Intelligente, aggettante verso le scale e visibile da Piazza Montesanto.

La struttura dell’insegna costituita da una luminaria, reinterpretando in chiave contemporanea l’antica tecnica artigianale. Per la realizzazione della forma si utilizzerà la tecnologia del taglio a controllo numerico.

Il disegno rappresentato sulla luminaria sarà frutto di un lavoro di ricerca fatto con gli abitanti e gli studenti che parteciperanno a questa fase. L’obiettivo è individuare dei simboli che possano rappresentare il Quartiere Montesanto e gli abitanti stessi.

IL PROCESSO 

Operare in un contesto urbano, rende necessario un confronto con chi frequenta il quartiere tutti i giorni, in particolare gli abitanti. Questi ultimi saranno coinvolti attivamente nel processo di ideazione dell’opera, in particolare il confronto con gli abitanti darà luogo ad una prima rielaborazione in forma delle loro parole col fine di ricercare dei simboli che possano rappresentare identità del quartiere.

Nell’ottica di didattica alternativa a quella tradizionale, che lasci spazio alle collaborazioni e alle esperienze trasversali, utilizzeremo “l’esperienza del fare” come mezzo di apprendimento e il lavoro in gruppo come moltiplicatore di forze e competenze, sottolineando così l’importanza della multidisciplinarietà, che in questo caso mette in campo figure professionali affini e complementari, che nella realtà difficilmente si trovano a lavorare fianco a fianco su progetti comuni.

PROGRAMMA

Gli incontri si terranno presso il Quartiere Intelligente:

8-10 febbraio ore 9,30 – 19,30

RICERCA E DEFINIZIONE DEL SIMBOLO – con studenti di architettura e belle arti

–         Definizione della strategia di ricerca: criterio di scelta degli interpellati, domande da porre

–         Incontro, dialogo e ricerca porta a porta con gli abitanti

–         Rielaborazione dei dati e bozza di simboli

–         Allestimento esposizione temporanea dei simboli

 

15-17 febbraio ore 9,30 -19,30

PROGETTAZIONE DELLA LUMINARIA – con studenti di architettura e belle arti

–         Incontro con un artigiano di luminarie ( visita al laboratorio)

–         Visita al FabLab per conoscere potenzialità e funzionamento della fresa cnc

–         scelta dei simboli

–         studio delle possibili combinazioni tridimensionali

–        creazione di modellini in scala per studiare il funzionamento del sistema

–         definizione dell’esecutivo di progetto

 

22-24 febbraio ore 9,30 -19,30

REALIZZAZIONE- con studenti di architettura e belle arti

  • taglio dei pannelli (al FabLab di Città della Scienza)

–         verniciatura

–         posa dell’impianto elettrico

 

22-23 marzo

POSA IN OPERA- con studenti di architettura e belle arti e un operaio specializzato

–         montaggio dei singoli elementi

–         posa in opera dell’istallazione