Sabato 26 Novembre, in occasione del Weekend del Contemporaneo, Q.I. VEDO, il progetto d’arte pubblica del Quartiere Intelligente a cura di Adriana Rispoli, presenta l’artista Eugenio Tibaldi.

dal 24 al 26 Novembre 2016
h. 19.00 – 22.00
Quartiere Intelligente
Scala Montesanto 3, Napoli

 

Q.I. VEDO a cura di Adriana Rispoli

Eugenio Tibaldi
Supernatural

Video realizzato in collaborazione con Bianco-Valente
Musiche di Clap Rules
2010
2’ loop
Courtesy Galleria Umberto Di Marino, Napoli

 

Il video Supernatural è ironicamente concepito come un spot pubblicitario per un’improbabile sala da bagno di lusso creata per “soddisfare le esigenze di una vita nomade”. Traendo spunto dalle sue indagini nel sociale, Tibaldi crea Supernatural ispirandosi alla vita dei campi rom in cui non esiste acqua corrente, e ibrida naturale ed artificiale, realtà e finzione, e come spesso nei suoi lavori, arte, architettura e design. Il paradosso dell’installazione si riverbera e ribadisce nel video in cui riprese ammiccanti e con uno stile tipicamente commerciale sono accompagnate da una metallica voce narrante di chiara origine straniera insieme ad sound minimale che contribuisce a trasportare l’immaginario dello spettatore in un ambiente ultraterreno. Questo lavoro, pur non essendo tra i suoi media abituali, contiene in nuce gli aspetti distintivi del modus operandi dell’artista come lo studio “dell’architettura abitativa minima”, il confine sottile tra legalità e illegalità, tra sfera pubblica e privata.

 

Eugenio Tibaldi (Alba 1977 vive tra Napoli e Torino)

Noto a livello internazionale per la sua ricerca a cavallo tra arte, urbanistica e architettura Eugenio Tibaldi è considerato tra gli artisti italiani più affermati della sua generazione. Utilizzando tecniche miste, l’artista registra i mutamenti della realtà, le sue stratificazioni estetiche nell’abitare in cui spesso l’intervento dell’uomo diventa una strategia di sopravvivenza. Tra le principali mostre ricordiamo: Second Chance, Museo MEF, Torino, e Capri B&B-Behind and Beyond (con Raffaela Mariniello) Certosa di San Giacomo, Capri, nel 2016, Questioni di Appartenenza, progetto speciale Museo Madre, nel 2015, Red Verona, Studio la Città, Verona, nel 2014, Archeologia Contemporanea _02, Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, Bubo, Galleria Umberto di Marino Arte Contemporanea di Napoli, nel 2013, Transit – 4, State Museum of Contemporary Art, Salonicco nel 2011- Project Room Museo MADRE Napoli.

 

Q.I. VEDO è un progetto di video arte en plein air che si sviluppa nello spazio indipendente di rigenerazione urbana Quartiere Intelligente nell’area popolare di Montesanto a Napoli.
Q.I. VEDO è un format visivo in cui artisti contemporanei interpretano con il linguaggio video i temi dell’ambiente, dell’ecosostenibilità e del rapporto uomo-natura proiettando messaggi visivi su un muro monumentale trasformato in schermo permanente. Sfruttando le strategie del main stream pubblicitario è un progetto d’arte pubblica che mira a coinvolgere un audience passeggero, variegato, in transito, con lo scopo ultimo di sensibilizzarlo alla bellezza e alla importanza dell’ambiente.

Grazie al suo valore sociale ed artistico, Q.I. VEDO gode del “matronato” della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

Questo lavoro, pur non essendo tra i suoi media abituali, contiene in nuce gli aspetti distintivi del modus operandi dell’artista come lo studio “dell’architettura abitativa minima”, il confine sottile tra legalità e illegalità, tra sfera pubblica e privata.

24 – 26 November  2016
Quartiere Intelligente
Scala Montesanto 3, Naples

Q.I. VEDO curated by Adriana Rispoli

Eugenio Tibaldi
Supernatural
Video made in collaboration with Bianco-Valente
Music by Clap Rules
2010
2’ loop
Courtesy Galleria Umberto Di Marino, Napoli

The Supernatural video is ironically conceived as a commercial for an improbable luxury bath created to “meet the needs of a nomadic life”.

Drawing from his investigations in the social sphere, Tibaldi creates Supernatural inspired by the lives of the Rom’s camps where there is no running water, and mixes natural and artificial elements, reality and fiction, and as often in his work art, architecture and design.

Supernaturali is a paradoxical installation reflected and reiterated in the video where the shootings realized with a typical commercial style are accompanied by a metal foreign voice along with a minimal sound that helps to transport the viewer’s imagination in an otherworldly environment.

This work contains the distinctive aspects of the modus operandi of the artist such as the study of “minimal residential architecture” and the fine line between legality and illegality, between public and private domain.

 

Eugenio Tibaldi (Alba 1977 lives between Naples and Turin)

Internationally known for his research between art, urbanism and architecture Eugenio Tibaldi is considered among the most established Italian artists of his generation.

Using mixed techniques, the artist records the changes of reality, his living aesthetic stratifications where often the intervention of man becomes a survival strategy.

Among his major exhibitions: Second Chance, Museo MEF, Turin, and Capri B&B-Behind and Beyond (with Raffaela Mariniello) Certosa di San Giacomo, Capri, in 2016, Questioni di Appartenenza, special project Museo Madre, in 2015, Red Verona, Studio la Città, Verona, in 2014, Archeologia Contemporanea _02, Museo Archeologico Statale of Ascoli Piceno, Bubo, Galleria Umberto di Marino Arte Contemporanea of Naples,  nel 2013, Transit – 4, State Museum of Contemporary Art, Salonicco nel 2011- Project Room Museo MADRE Napoli.

 

 Q.I. VEDO  is the  visual format ​​specifically conceived for Quartiere Intelligente (Q.I.) which is  a pilot project of regeneration and re-use of urban spaces, a work in progress  in the neighborhood  of Montesanto in Naples. Q.I. VEDO is a visual format in which national and international artists interpret environmental issues, ecological sustainability and the relationship between man and nature while exploiting main stream advertising strategies by projecting visual messages on a WALL.

This anonymous wall turns into a magnetic attraction for aesthetic and cognitive capital aiming to strike the imagination and the fantasy of even a transitory audience. The language of the moving image thus enters into the urban space in order to develop a collective consciousness, to co-create a new type of community respect and awareness towards natural resources and its own territory (environment).

Due to its social and artistic value, Q.I. VEDO has the patronage of the Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee MADRE Museum

 

 

Altri articoli di Q.I. VEDO

[/fusion_text]